rileggo

Archive for the ‘Eventi’ Category

DENTRO

In Amici di Rileggo, Appuntamenti da non perdere, Eventi on novembre 3, 2012 at 11:54 am

San Martino – sabato 10 ottobre 2012 15.00 – 22.00

E’ un progetto inserito nell’ambito della festa Il Fiume che non c’è Autunno. L’obiettivo e’ quello di far emergere il privato come un tesoro nascosto, capace di illuminare e impreziosire lo spazio pubblico. In programma una mostra di quadri e oggetti d’appartamento messi a disposizione dai cittadini del quartiere ai quali chiediamo in prestito oggetti che hanno esposti in casa. Una mostra fotografica di interni e dettagli di abitazioni private (mobili, soprammobili, pareti, ma anche sgabuzzini, cantine) e di retrobottega o magazzini di esercizi pubblici. Una gara di torte fatte in casa aperta a cuoche e cuochi per passione.

 

Annunci

Cercasi appassionati

In Eventi on maggio 12, 2012 at 11:31 am

Alle esperienze vissute lontano dalla ribalta e a tutti quei percorsi che hanno generato risultati culturali, storici, creativi o scientifici che meritano assoluta attenzione è dedicata la seconda edizione del Premio europeo alle passioni La Seconda Luna.

La Seconda Luna si sviluppa dal Premio di Pittura Città di Laives, ne e’ stata fatta un’edizione 0 nel 2008/2009 come progetto pilota a livello nazionale e già allora erano arrivate più di 1.000 domande, ottenendo un risultato oltre le aspettative degli organizzatori.

Questo particolare contenitore di progettualità e di idee fuori dal comune e’ cresciuto nel tempo e per la prima volta estende quest’anno il proprio raggio d’azione all’Europa.

Il Concorso La Seconda Luna di Laives ha ampliato inoltre i propri settori d’indagine e si propone di valorizzare con due sezioni riservate, chi ha messo a reddito il piacere personale e la soddisfazione quotidiana e chi vive la normalità in forma straordinaria, con un valore particolare alla narrazione e all’auto narrazione. Fra i riconoscimenti inseriti nell’ambito di questa seconda edizione quindi ci sono queste due novità: il “Premio alla Passionedivenuta professione” e la “Menzione speciale alla passione per la normalità”

Oltre alle due novità di quest’edizione si consolidano il “Premio alla passione per l’innovazione scientifica e tecnologica” e il “Premio Alto Adige – Südtirol”, riservato ai residenti nella Provincia di Bolzano.

I premi in concorso stanziati quest’anno hanno un valore totale di 26.000 euro e per scovare i più originali appassionati d’Europa e’ stato messo in campo un vero e proprio laboratorio di comunicazione grazie ad una rete di cinque agenti divisi per aree linguistiche (italiana, tedesca, anglofona, francofona e ispanica) incaricati di alimentare la risonanza del progetto a livello europeo e di cercare appassionati quasi esclusivamente attraverso il web, spiega il curatore del premio Denis Isaia. Inoltre, Isaia svela che e’ pervenuta qualche interessante candidatura dalla Polonia, con riscontri importanti che promettono buone sorprese.

Passione e’ la parola che mi sembrava raccogliesse meglio le zone d’ombra all’interno del panorama della creatività umana che non avevano altra possibilità di confronto pubblico” afferma Denis, “abbiamo deciso di iniziare a raccontare le passioni europee e vedere che cosa ne sarebbe ritornato indietro. Abbiamo voluto indicare attraverso la passione tutti i gesti a carattere immateriale, la passione e’ sempre accoppiata alla ricerca di outsider”, racconta Denis.

Esiste una sottile linea che divide una passione da una mania, tutti gli artisti appassionati sono sempre stati identificati come ossessionati e questo e’ stato il motivo per cui la cultura ufficiale non li ha mai presi in considerazione. Con questo premio si vuole dare il valore positivo della parola passione, si tratta di persone che costruiscono percorsi di senso e di piacere o di erranti fantastici.

ImmagineE” possibile iscriversi al concorso fino al 16 ottobre 2012, ci sono 11 premi in denaro poiché la passione non ha un mercato di riferimento e quindi gli organizzatori vogliono dare un riconoscimento forte agli appassionati.

Il bando e tutte le altre informazioni su La Seconda Luna

Sono disponibili sul sito www.lifelongpassionsaward.eu 

Fiume che non c’è: 4a edizione – L’isola!

In Amici di Rileggo, Appuntamenti da non perdere, Eventi on aprile 26, 2012 at 4:38 pm

Il Fiume che non c’è è la festa del quartiere di San Martino, in cui una rete di collaborazioni fra le realtà del quartiere riempie di iniziative e di vita le strade e le piazzette intorno a via San Martino.

Quest’anno la festa abbraccia il tema dell’isolá! La giornata di festa – prevista per sabato 5 maggio 2012 – inizia nel pomeriggio con l’animazione dedicata ai bambini (giochi, spettacoli e merenda), le iniziative culturali e le attività artistiche fra cui un concorso di pittura a tema (dalle 10.00). Dal tardo pomeriggio i ristoratori di San Martino “invaderanno” la strada, sarà possibile assaggiare specialità di cucine diverse, dai tipici piatti trentini fino alla cucina straniera, nel pieno rispetto delle diverse identità del quartiere. La sera, a partire dalle 20, apriranno le “isole“, dislocate nel quartiere in cui si esibiranno artisti locali e di fuori regione. La festa si concluderà intorno alle 24.

Locandina e Programma

Karma to Burn “Live in Bolzano……!!!!!”

In Eventi, Musica on novembre 30, 2011 at 2:09 pm

Tutto naque a fine anni ottanta quando una piccola e sconosciuta band decise di tradurre le calure di Palm Desert, nel sud della California, in pesanti note musicali. Stiamo parlando degli immensi Kyuss fondatori di quel genere musicale denominato Stoner Rock. Il loro  “Blues for the red sun” (1992) e “Welcome to the sky valley” (1994) hanno gettato la base di questo genere rock.  Suoni desertici venati di pura psichedelia, dosi massicce di puro metal e ritmi lenti che rasentano il doom-metal questo è il suono del deserto.

Da questa seminale band sono poi nate tante piccole-garndi formazioni che hanno proseguito ed evoluto il concetto di stoner. Fra queste un posto importante spetta sicuramente agli americani Karma To Burn che dal 1997, tralasciando una piccola parentesi riflessiva,  hanno creato cinque album originali e da non sottovalutare. Particolarità della band è la mancanza di un cantante e quindi il loro è un vortice di musica strumentale che potrebbe da un momento all’altro portarci in lontani altipiani assolati…..

Ben sei date in tutta Italia (Genova, Prato, Torino, Roma e Cagliari) ed incredibilmente fanno tappa pure a Bolzano. Onore al centro giovanile Vintola18 che sono riusciti ad oragnizzare questo concerto di grande spessore.

Dove: Bolzano Vintola18  ore 21

Il costo: 15 euro

Di spalla: i bolzanini Slowtorch (Metal-Southern Rock)

Il Consiglio: ascoltatevi l’ultimo album dei Karma to Burn “V” (2011)

Aperte le porte della fucina creativa di Pergine

In Eventi on luglio 2, 2011 at 9:38 pm

Nato nel 1976, Pergine Spettacolo Aperto è il più longevo dei festival trentini. Negli anni si e’ specializzato nella formazione di giovani artisti con laboratori e produzioni musicali, di danza, opera e teatro. “Il Festival si propone inoltre di far conoscere e tenere in vita spazi dimenticati, come l’ex Ospedale Psichiatrico – spiega Cristina Pietrantonio, Direttrice artistica del Festival – Pergine e’ un luogo con degli angoli molto particolari da conoscere e grazie a questa sezione prosegue dal 2007 una sorta di viaggio passeggiando all’interno di questi spazi”. Questi luoghi diventano ogni estate contenitori di sperimentazione e di produzioni artistiche connesse a vario titolo con la devianza, il disagio e la marginalità.

Giunto alla sua 36esima edizione, il Festival 2011, e’ partito venerdì 1 luglio con gli artisti di strada del Carnevalestate, la più folle festa dell’anno, che ravviva le strade anche il sabato sera per il pubblico locale e extralocale con una festa tradizionale storica popolare. Fino al 23 luglio svariati linguaggi dell’arte dal teatro alla musica, dalle installazioni al circo, incontri e dibattiti fanno di Pergine una fucina creativa e un crocevia per diverse realtà sociali. I protagonisti di quest’arte sottile sono gli artisti di strada del Carnevalestate, la più folle festa dell’anno (1 e 2 luglio); le incursioni della prima convention europea di performance clandestine; gli outsider di Daniela Rosi; Antonio Catalano, OHT, Five Quartet Trio, Full House, compagnia Abbondanza Bertoni, collettivo 320 kg, Vienna Vegetable Orchestra, Teatro a Canone, coop Attivamente, Antonio Rezza, Antonio Salines e David Riondino.

Domani inizia la parte del festival che si occupa della tematica della diversità con uno spettacolo di teatro danza “Le fumatrici di pecore” della compagnia Abbondanza Bertoni ospitato nell’arena all’aperto del Maso S. Pietro. Lunedì 4, nel Teatro Tenda e’ la volta dello spettacolo “Ai migranti” della compagnia Collettivo 320 Kg, che usa il linguaggio del teatro fisico per presentare una tematica legata alla diversità nella migrazione. Il martedì 5, invece, la diversità e’ esplorata nell’ambito dello spettacolo tramite un concerto con strumenti ricavati da verdure. E’ previsto un focus sulla produzione musicale in Trentino, con un incontro tra i giovani professionisti del territorio con gli artisti del Festival.

Il 6 e 7 luglio si intraprende la passeggiata teatrale con “Poemiumani” attraverso il lavoro di Simone Capula, che in questi giorni sta creando un lavoro dentro questi spazi. Il 7 luglio con “Wood!”, tre giovani clown del nostro territorio si cimentano con un linguaggio divertente, dopo un’accurata ricerca in regione, sui mestieri del legno.

Tutti gli appuntamenti serali iniziano alle 21.15, mentre per la sezione Arte da Bere, ogni giorno dal 4 al 9 luglio si possono incontrare per un aperitivo alle 19.00 i protagonisti del Festival.

Tutti i giorni per i bambini dalle ore 18.00 biolunapark di Antonio Catalano e dalle 19.00 alle 22.00 e’ aperto a tutti l’outsider truck, un’installazione urbana con un truck attrezzato a galleria d’arte a cura di Daniela Rosi.

Dream Theater aprite le porte del castello dei Sogni!!!!!

In Eventi, Musica on luglio 2, 2011 at 12:29 pm

Incredibile serata di rock di qualita’ quella che ci aspetta martedi’ 5 luglio al castello Scaligero di Villafranca.

Apriranno le note i magnifici Anathema,  le loro sonorita’ rock  d’origine death metal, ormai assomigliano sempre più ad un’onda psicadelica contaminata dal sound degli amici  Porcupine Tree. Intensi e passionali in un’ora ci ofriranno un sunto del loro immenso patrimanio musicale.

Si proseguira’ con i teutonici Gamma Ray alfieri del power metal made in Germany, il loro leader Kai Hansen  ex-chittarista degli Helloween, ci investira’ con dosi massice di  metallo, cavalcate epiche e tanta potenza sonora che animeranno sicuramente il pogo sotto il palco.

E per la prima volta senza il leader batterista fondatore  partirà un nuovo tour della band metal progressive per ecellenza, gli immensi Dream Theater.  In uscita il nuovo album che sicuramente non egualierà la bellezza di  “Images and Words” ed “Awake” ma si farà come sempre valere, la classe non è acqua!!!!!

Quindi non ci resta che gustarci questa splendida serata in un ambientazione eccezionale come il castello Scaligero che la musica regni su tutti voi!!!!

Rafanass 2011: Rovereto vibra!

In Eventi on giugno 30, 2011 at 4:10 pm

Parte oggi la sedicesima edizione di uno dei festival più attesi in Regione, nato nel 1996 ha sempre creduto nel valore della musica allo stato puro senza badare alle classifiche o a ciò che richiede la massa.

Le quattro giornate di questa nuova edizione avranno un finale di spessore internazionale: chiuderanno, infatti, la raga-punk per eccellenza ovvero i multietnici Asian Dub Founadtion.

Attiva dal 1993 la band anglosassone (di adozione) ha saputo unire vari filoni musicali e creare così un suono unico ed originale.  Testi impegnativi, ma anche un gruppo impegnato in mille progetti sempre in difesa del più debole. Per questo è famosa la loro lotta per la scarcerazione di Satpal Ram, vittima della giustizia inglese e il loro progetto “Community Music”, centro dove insegnano ad interagire con le diverse realtà musicali.

Il Rafanass 2011 offre in tutte le sue giornate qualcosa di particolare giovedì si inizia con i messicani Los Explosivos band garage che sta’ per pubblicare il suo secondo album.

Venerdì si parte per la Jamaica con i veterani Israel Vibration, gruppo roots-reggae con all’attivo numerosi dischi,  mentre per gli amanti del jazz contaminato da sonorità afro ci saranno gli Ska J.

Sabato arrivano Le Pistole alla Tempia band veronese che propone un intreccio Battisti – Teatro degli Orrori da far tremare tutta l’area industriale di Rovereto.  Non saranno da meno i nipponici Guitar Wolf che hanno appena partorito il loro ennesimo disco, un’esplosiva miscela garage/punk-rock e i torinesi Calipson con il loro sound di cubana origine.

Quando: dal 30 giugno al 3 luglio

Dove: Rovereto zona industriale

Info: http://www.rafanass.it/

Esplode il cinema alla Fondazione di Trento

In Eventi on giugno 18, 2011 at 1:57 pm

Il Silver Summer Program e’ un articolato programma estivo che si sviluppa fino al 28 agosto 2011 e che trasforma la Fondazione Galleria Civica di Trento in una serie di sale cinematografiche e in un centro di riflessione sullo spazio proiettivo e immaginifico del cinema. Inserite in questo programma estivo, la Fondazione Galleria Civica – Centro di Ricerca sulla Contemporaneità di Trento in collaborazione con il Mart, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto presenta Stage Archive, la prima mostra personale in istituzioni pubbliche italiane dell’artista italo-tedesca Rosa Barba, mentre in collaborazione con Projects Arts Centre di Dublino e Kunsthaus Charlottenburg di Copenhagen presenta The Repetition Festival Show, la prima mostra personale in un’istituzione pubblica italiana dell’artista tedesco Clemens von Wedemeyer.

Rosa Barba (Agrigento, 1972) e Clemens von Wedemeyer (Göttingen, Germania, 1974) sono due tra gli artisti più rappresentativi e affermati della loro generazione. La doppia mostra si sviluppa all’interno della Fondazione Galleria Civica di Trento abbracciando ed intrecciando i lavori di entrambi gli artisti tra cinema, suoni, testi e arte visiva.

Stage Archive, “Palcoscenico-Archivio” di Rosa Barba si sviluppa intorno ad un lavoro di approfondimento e di studio presso gli Archivi Storici del Mart di Rovereto su documenti del periodo futurista e consiste nella presentazione della re-interpretazione dell’artista di varie opere futuriste che si confondono fra passato, presente e futuro, come motore attivo dell’immaginario, come fonte di nuove narrazioni, come palcoscenico. Stage Archive si sviluppa in entrambe le sedi delle due istituzioni: il Mart di Rovereto e la Fondazione Galleria Civica di Trento che sembrano dialogare tra loro tra percorsi filmici di natura futurista e interventi inediti legati al concetto museale di archivio con diversi lavori di proiezione.

A sua volta, The Repetition Festival Show di Clemens von Wedemeyer assume la forma di un vero e proprio festival cinematografico allestito negli spazi della Fondazione in cui sono proiettati i quattro principali film-installazioni dell’artista: Against Death, Interview, Found Footage, 2009 appartenenti al grande progetto The Fourth Wall; Otjesd & The Making of Otjesd, 2005; Occupation & The Making of Occupation, 2002 e Von Gegenüber (From the Opposite Side), 2007.

Le singole proiezioni si svolgono secondo un calendario prestabilito da maggio ad agosto e cambiando periodicamente rendendo la mostra una grande video-installazione in continuo mutamento, in progress, che potrà essere visitata più volte dal pubblico sempre in maniera inedita.

TFB: Per chi è affetto da Lettura

In Eventi on giugno 17, 2011 at 2:57 pm

È in arrivo il primo Trentino Book Festival, la festa di chi ama leggere, per sé e per gli altri; di chi fortunatamente, è affetto da quella grave malattia invalidante che si chiama Lettura. Chi deciderà di trascorrere questo fine settimana sul Lago di Caldonazzo, in provincia di Trento, incontrerà personaggi famosi e altri meno noti, ma non per questo meno importanti, oltre a godere dello spettacolo naturale che il lago sempre offre.

“Le nostre vite sono fatte di storie”. È questo lo slogan del primo Trentino Book Festival in programma a Caldonazzo dal 17 al 19 giugno 2011. L’idea su cui si regge il Trentino Book Festival è molto semplice. “Tre giorni da trascorrere immersi in un’atmosfera nuova: qualcosa che sta a metà tra la gioia sfrenata e la più profonda meditazione” – afferma Pino Loperfido, scrittore trentino, direttore artistico del Festival, la cui organizzazione si deve all’Associazione Culturale Balene di Montagna.

La kermesse letteraria punta ad essere un nuovo punto d incontro per scrittori, giornalisti, cantanti, attori e attrici, musicisti, editori, attivisti, storici e amanti della cultura disposti a confrontarsi per necessità, verità e vocazione, con i problemi reali del nostro tempo. “Il TBF intende rimanere lontano dal clamore e dal vuoto di certi eventi strombazzati, vorremmo che chi prende parte all’incontro con l’autore o allo spettacolo dedicato al grande personaggio non si senta in questo modo assolto dal dovere di leggere i libri di cui si è parlato. La letteratura è la madre di tutte le culture e, come tutte le madri, va amata e rispettata. Rivalutiamo perciò, anche grazie al Festival, la gioia della lettura che è scoperta, emozione, ma anche fatica”, conclude Loperfido.

Il programma degli eventi si presenta molto denso, si va dal grande Mauro Corona alla scrittrice e firma del Corriere della Sera Isabella Bossi Fedrigotti. Dal romanziere Carmine Abate all’editore Roberto Keller, colui che ha scovato il premio Nobel Herta Müller. Sarà presente anche Kurdo Baksi che direttamente da Stoccolma viene a raccontare della sua amicizia con il notissimo Stieg Larsson. Inoltre, degne di nota sono le mostre “Tutto il mondo di Guareschi”, aperta dal 10 al 19 giugno nella Sala Consiliare del Municipio di Caldonazzo, che presenta un universo in sedicesimo popolato da figure farsesche e simpatiche, da persone umili e comuni ma anche dai don Camillo e dai Peppone. Giovannino Guareschi e la sua satira garbata ma efficace che ha entusiasmato, coinvolto, commosso un vastissimo pubblico e “TBFJunior Nati per leggere”, aperta dal 16 al 23 giugno nella Sala Marchesoni di Casa Boghi a Caldonazzo. Nati per leggere è un importante progetto nazionale che vuole diffondere tra i genitori l’abitudine di leggere ad alta voce ai propri figli fin dai primi anni di vita. La mostra allestita nell’affascinante cornice delle scenografie create da Nora Veneri riunisce 235 libri per l’infanzia organizzati in 16 percorsi.

Dovevano essere 50 … ma sono solo 41

In Eventi on giugno 10, 2011 at 9:09 am

Al Forte di Fortezza fino al 9 luglio 2011 41 artisti emergenti riempiono questo spazio suggestivo in 50x50x50 artSuedtirol.

50 sale per 50 giorni con 50 artisti era l’idea di partenza, ma le sale sono rimaste 50 e anche i giorni in cui la mostra rimarrà allestita all’interno della fortezza asburgica, mentre gli artisti non hanno raggiunto il numero 50 e se ne sono presentati 41.

La mostra si articola in un percorso interessante tra le mura del Forte di Fortezza mettendo luce su installazioni, opere pittoriche e scultoree di artisti emergenti altoatesini, per la maggior parte di Brunico e dintorni. Oltre all’esposizione, la Fortezza sviluppo un ricco programma di manifestazioni, i prossimi appuntamenti sono sabato 11 giugno, dalle 16.30 alle 18.30 con text und tonklaubereien, performance a tre e quattro voci, sabato 2 luglio, dalle 17.00 alle 18.30 con heimische fauna, oder: von einhoernern, kaisern, zentauren und anderen viechen, un racconto accompagnato dal suono dell’arpa, domenica 3 luglio alle 16.00 con poesie contemporanee e prosa corta e domenica 3 luglio con un concerto di Subminia alle 17.00.

La mostra e’ illustrata e spiegata in sola lingua tedesca, il personale non e’ molto accogliente ed affabile, ma la Fortezza merita una visita di per se e l’esposizione artistica spazia tra i settori più disparati dell’arte figurativa e non sotto il titolo “La personalità degli artisti e le loro opere”.

Ingresso: 5 euro

Orari: mer – dom 14.00 – 19.00

20110610-090813.jpg

20110610-090911.jpg

20110610-091117.jpg