rileggo

Posts Tagged ‘bambini’

Tuffati in un libro a Bolzano

In Eventi, Letteratura on giugno 27, 2009 at 11:08 am

Tuffo di Teresa Ciulli 2Torna l’estate e torna anche “Tuffati in un libro”, la popolare iniziativa organizzata dalla Biblioteca Civica di Bolzano che propone letture di libri e giornali ai frequentatori del Lido di Bolzano.

Oltre al già vasto patrimonio librario accumulato negli anni scorsi, “Tuffati in un libro 2009” propone le novità editoriali dell’anno in corso, sia in lingua italiana che in lingua tedesca, e un vasto assortimento di libri per bambini: a questi ultimi saranno poi dedicati letture, giochi e altro.

Tuffati_in_un_libro_gazebo_1

Orario d’apertura:  dalle 11.00 alle 17.30, tutti i giorni dal 29 giugno!

Dal libro al film: Coraline

In Cinema, Letteratura on giugno 23, 2009 at 7:44 am

coraline-bookEsito di un lavoro lungo dieci anni, Coraline è un romanzo per bambini di Neil Gaiman, illustrato da tavole in bianco e nero del talentuoso  Dave McKean. Coraline è un romanzo sul doppio. La porta nascosta conduce su una rappresentazione irreale della realtà , confondendo l’insieme dei significati usuali e obbligando la bambina a ridefinire il suo concetto di bene e male. Il doppio si manifesta in un incessante gioco di specchi in cui le diverse identità  dei personaggi mutano a seconda del piano di realtà  in cui essi esistono.

Coraline è un ottimo romanzo diventato un film d’animazione sotto la direzione di Henry Selick, lo straordinario autore insieme a Tim Burton di “The Nightmare before Christmas“. Inutile dire che per gli amanti del grande Burton, il film sarà un capolavoro.

A una prima chiave di lettura sia il romanzo, sia il film possono apparire piuttosto perturbanti, ma come sostenuto da Gaiman per il suo libro, “i bambini lo leggono come un’avventura. Gli adulti come un incubo“. Certamente, per entrambi esso può essere fonte di grande intrattenimento e riflessione.

Voto 8 ad entrambi.

Per chi vuole scoprire Neil Gaiman non perdere: “Neverwhere

Per chi vuole scoprire Tim Burton: non saprei davvero scegliere il suo must, ma non perdetevi “Big Fish